Parole in piena libertà Perché, per quanto si impegnino a farci smettere, continuiamo a pensare.

4 ottobre 2002

Maestre

Filed under: Tales — Marco @ 23:02

Una maestra d’asilo, in una fredda giornata di neve, sta aiutando uno dei suoi bambini a mettere gli stivali.
Il bambino aveva chiesto aiuto e lei adesso puo’ capire perche’.
Per quanto si sforzi non c’e’ verso di far entrare quegli stivali.
Quando finalmente riesce a mettergli il secondo stivale, la maestra e’ completamente sudata.

E’ a questo punto che il bambino dice “gli stivali sono scambiati”.

Lei guarda e vede che effettivamente destro e sinistro sono invertiti.

Non e’ per niente facile toglierli e rimetterli ai piedi giusti, ma in qualche modo la maestra riesce.

E il bambino dice “questi stivali non sono miei”.

La maestra si morde la lingua (cosa puoi dire a un bambino di 5 anni?), riesce a rimanere calma mentre assieme sfilano di nuovo gli stivali.

E’ a questo punto il bambino dice “sono di mio fratello. La mamma me li ha fatti mettere”.

La maestra non sa se ridere o piangere. Raccoglie il coraggio e ancora una volta riesce a mettere gli stivali al bambino.
La giornata e’ proprio fredda e la maestra chiede al bambino “dove sono i tuoi guanti?”

“Li ho messi dentro gli stivali”.

Potete inviare fiori alla maestra indirizzandoli alla clinica Santa Rosalia.

________________________________________________

Oh, mentre ci sono, ecco un’aggiunta che mi e’ arrivata sulla saga Totti (ma avete qualcosa contro di lui?).

Totti va a prendere il figlio a scuola
e il figlio esce tutto triste e piangendo

allora Francesco
da buon padre premuroso
gli chiede

“Fijio mio ch’ha fatto!”

“Niente ah papa’ m’hanno messo 2 perche’ nun sapevo er nome de Volta!

“Ah gnorante” dice dandogli uno schiaffo in faccia
“ma noo’sai che er nome e’ JONTRA”

Powered by WordPress