28 settembre 2013. Finalmente (per me) il governo Paperoga, Jo Condor, Letta, come volete voi, va a casa.

Non ho voluto questo governo, come non ho voluto il governo Monti. Non ho votato per avere questi governi. Nessuno ha votato per avere questi governi.

Per me si sarebbe dovuto votare nel 2011, quando hanno abbattuto a colpi di lo vuole l’Europa il governo Berlusca.

Avrebbe vinto il PD, senza il mio voto, e avrebbe governato bene o governato male, ma comunque legittimato.

Un governo legittimato non è un governo che ha il mio voto. È un governo che ha la maggioranza (vera, non costruita) dei voti.

Torno al titolo, al circo.

Titolo in prima pagina della Stampa, 28 settembre: “Letta al PDL: prendere o lasciare”.

Titolo in prima pagina della Stampa, 29 settembre: “Governo, è crisi. Letta: è una follia”.

Qualcuno vuole spiegare a Paperoga, Jo Condor, Letta, come volete voi, che se fai un’offerta a qualcuno (capita tutti i giorni, in qualunque transazione) con condizioni a quel qualcuno evidentemente non gradite (se no non dovresti cercare di forzare la mano) dicendo “prendere o lasciare”, se poi ti risponde “grazie, lascio” non puoi metterti a strepitare e dire “è una follia”?

Qualcuno vuole spiegare a Paperoga, Jo Condor, Letta, come volete voi, che il decreto per non aumentare l’IVA (aumentando invece la benzina, grazie per questo) lo aveva sul tavolo venerdì da firmare (all’ultimo momento, quando si sapeva da mesi) e non lo ha firmato per decisione sua? Perfino Saccomanni (quello del “se non mi lasciate aumentare l’IVA mi dimetto”) si era ammorbidito e aveva detto che le coperture (a elevato numero di ottano) si sarebbero potute trovare.

Qualcuno vuole spiegare a tutto lo zoo della politica romana che quando ci dicono “non si può andare a votare senza cambiare la legge elettorale” questa legge elettorale penosa (funziona alla Camera, non funziona al Senato per le modifiche imposte da Ciampi, non da Calderoli) è lì dal 2006 e forse in 7 anni “qualcosina” per cambiarla avrebbero potuto farla?


Leave a Comment


You must log in to post a comment.


 
 
 
 
  • Articoli recenti

  • L’autore

    Marco, classe 1963, Italiano di San Maurizio Canavese, vicino a Torino. Forse, adesso che abita in un posto più a misura d'uomo, potrà riabituarsi a vivere in Italia.
    (marco@giaiotto.it)
     
  • Meta

  •